Il Calendisco

by Artisti vari

supported by
/
1.
2.
3.
4.
5.
6.
7.
8.
9.
10.
11.
12.

about

Compra la tua copia del cd su www.garrinchadischi.it

Dopo i precedenti successi “Il Natale (non) è reale” e “Cantanovanta”, Garrincha Dischi questa volta vi regala un’opera d’arte che non solo si ascolta, ma si sfoglia: il Calendisco, letteralmente calendario e disco in uscita in free-download dal 7 gennaio 2012.

Il calendisco è una compilation in cui 12 artisti interpretano 12 canzoni: i brani si dividono tra originali e cover, ognuno dei quali si riferisce, sia nel titolo sia nel testo, a un mese specifico dell’anno.
Il calendisco è un calendario: le canzoni sono accompagnate dalle fotografie di Roberta Sardi, Studio Wood di Bologna, che ha immortalato gli artisti della compilation. Gli scatti sono stati poi rielaborati in forma di collage da dodici illustratori creando così un calendario in pdf scaricabile, sempre in free-download, insieme al disco. Il calendario sarà stampato in 200 copie numerate per una bellissima edizione limitata.

Ed è così che Nel dubbio inaugura l’anno reinterpretando un brano di 33 ore, il bravo poeta misterioso, che appare in autunno con "La notte dell’undici ottobre” dei Massimo Volume. I LE-LI per l’occasione hanno scritto una filastrocca -che sembra uscita da un film di Tim Burton- mentre Matteo Costa & the Lucky Strikes si svegliano in primavera con un brano originale “a marzo ritorno”. I compagni de Lo Stato Sociale danno onore al mese della liberazione e delle guerre finite reinterpretando la tradizionale “Festa d'Aprile”. Le maniche corte e le prime grigliate di maggio saranno in mano a Jocelyn Pulsar con “Fiore di Maggio” di Fabio Concato ed ai Chewingum con un brano originale. L’estate è affidata a L’orso e a Enrico Farnedi: il primo, che per stagione è fuori dal letargo, reinterpreta “Luglio” di Riccardo Del Turco mentre il secondo regala il brano originale “Agosto a Cerdanyola”. Autunno caldo con Mr Brace che reinterpreta “Settembre” dei Camillas che restituiranno il favore per un fine d’anno col botto con “Dicembre” di Mr. Brace; tocco di classe in novembre che è affidato ai Babalot.

Il calendisco è quindi un’opera d’arte in free-download che unisce musica, fotografia, illustrazione con ironia e giocosità, proprio come piace a Garrincha Dischi. Ma non finisce qui. Nell’anno in cui si invertiranno i poli energetici della Terra non mancheranno le sorprese nel mondo nel web: gli OroScopi mensili degli artisti coinvolti. Il release party della compilation è previsto per domenica 15 gennaio presso il leggere strutture di Bologna e prevederà, oltre all’esibizione live di molti artisti, l’inaugurazione della mostra delle 13 fotoillustrazioni (12 mesi più la copertina) del calendario.

credits

released January 8, 2012

Prodotto, registrato e missato da Matteo Romagnoli presso il Donkey Studio di Medicina (Bo)
eccetto 06 prodotta, registrata e missata da chewingum presso l'Uruguay Supersound Studio di Senigallia (An), 08 registrata e missata da Enrico Farnedi in casa, 9 e 12 registrato da Lompa in casa, 11 registrata e missata da Babalot, Devor, Ezra, Frenziss, Lollo e Tom presso la Farmacia Studio di Roma. Masterizzato da Francesco Brini presso l'Agile Studio di Bologna. Gli autori dei brani: 01 Marcello Petruzzi, 02 Elisa De Munari, Matteo Romagnoli, 03 Matteo Romagnoli, 04 tradizionale, 05 Fabio Concato, 06 Giovanni Imparato, 07 Riccardo Del Turco, 08 Enrico Farnedi, 09 I Camillas, 10 Massimo Volume, 11 Babalot, 12 Mr. Brace.
Le 12 illustrazioni del calendisco sono a cura di (in ordine): Alessandro Di Sorbo, Valenina De Marchi, Martina Galetti, Sarah Mazzetti, Giulia Sagramola, Giacomo Giovannetti, Federica Orlati, Siria Bertorelli, Martina Merlini, Nicola Benetti, Alice Leoni, Elvira Pagliuca. Illustrazione di copertina a cura di Lucia Grillini. Foto di Roberta Sardi per StudioWood. Impaginazione di B.E.

tags

license

all rights reserved

feeds

feeds for this album, this artist

about

Garrincha Dischi Bologna, Italy

Garrincha Dischi è un'etichetta che lavora per mantenere viva la centralità dell’autore e le sue scelte. Dischi, CD e formati digitali, tutto fatto con amore.
Garrincha Dischi oggi è: 33 ORE, 4FIORIPERZOE, CHEWINGUM, LE-LI, THE WALRUS, MANZONI, LO STATO SOCIALE, NEL DUBBIO, L'ORSO, LA RAPPRESNTANTE DI LISTA, JOCELYN PULSAR...
... more

contact / help

Contact Garrincha Dischi

Streaming and
Download help

Redeem code

Track Name: nel dubbio - gennaio
GENNAIO
(Marcello Petruzzi/Marcello Petruzzi)

È un mese carnivoro
È un uomo che scava la nebbia
Per nascondere lacrime nate
Da un cadavere in cerca di lei

Le feste imprigionano
La folla che mormora in gabbia
Il furore di ore consumate
A parlare ancora di lei

Gennaio è un tappeto di pezzi di vetro
E illusioni che tagliano l’anima
Fra le labbra di amanti mi arrampico
Come su un letto disfatto in bilico
Track Name: LE-LI - io sono febbraio
IO SONO FEBBRAIO
(Elisa De Munari / Elisa De Munar, Matteo Romagnoli)

Mi presento son febbraio
dell'inverno il più gran guaio
cosa non va qui nel mio cielo
non è questione di gelo
qualcuno mi vuole eliminare
e le nuvole spostare
ma allungare la primavera
non è cosa leggera

Attento al sole
alle calde sue lusinghe
la sua luce
è un abbaglio
che non lascia alcun spiraglio
tutto doma e tutto brucia
no non dargli la tua fiducia
la consuma in un baleno
i suoi raggi son veleno

E spostare le stagioni
che gran cosa da burloni
ma io sento da questa altezza
certo l' aria non è più la stessa
bene io sono un po' stanco
questa guerra mi costa tanto
i miei giorni son contati
Track Name: Matteo Costa & the Lucky Strikes - A marzo ritorno
A marzo ritorno
(Matteo Romagnoli / Matteo Romagnoli)

Marzo, era marzo quando ti ho lasciata,
no, anzi eri tu che lo volevi fare,
la sera del 10 di marzo l'ho detto per primo ed ho vinto
una cena con Francesca.

Da marzo poi poi un anno solo di Francesca
che stava con me ma pensava a Giorgio, il suo ex,
io le chiedo se vuole incontrarlo e l'ho detto io, ma lo voleva lei.

Solo le domande poco interessanti
possono aver risposte definitive,
a tutte quante le domande importanti
bisogna sempre associare un forse

A Marzo poi Francesca poi s'è rimessa con Giorgio,
a Marzo sempre il dieci ti ho portato a teatro
che c' avevi biglietti omaggio a quel concerto,
a pensarci bene mi ci hai portato tu.

Marzo, sempre il 10 quando Paolo è morto
che c'aveva gli anni che c'avevo io
quando t'ho lasciata, anzi m'hai lasciato tu
Morto d'aidiesse anzi d'influenza,
che d'aidiesse non si muore più.

A marzo, il 10 marzo tu m'hai regalato
un libro scritto con parole grandi
che dice tante cose per bambini grandi
e tra le tante cose dice questa cosa qua:

solo le domande poco interessanti
possono avere risposte definitive,
a tutte quante le domande importanti
bisogna sempre associare un forse

e solo le domande poco interessanti
possono avere risposte definitive, mentre
a tutte quante le domande importanti
bisogna sempre associare un forse

Oggi non è marzo e non mi ne frega se son fuori tema,
sono passati gli anni, i forse e le risposte pero' mi manchi,
come fosse ancora il 10 marzo quindi inizia a preoccuparti,
a preparati all'idea del mio ritorno agguerrito
che a marzo vengo a prenderti per mano.
Forse.
Track Name: Lo Stato Sociale - Festa d'aprile
festa d'aprile
(Franco Antonicelli)

È già da qualche tempo che i nostri fascisti
si fan vedere poco e sempre più tristi,
hanno capito forse, se non son proprio tonti,
che sta arrivare la resa dei conti.

Nera camicia nera, che noi abbiam lavata,
non sei di marca buona, ti sei ritirata;
si sa, la moda cambia quasi ogni mese,
ora per il fascista s'addice il borghese.

Forza che è giunta l'ora, infuria la battaglia
per conquistare la pace, per liberare l'Italia;
scendiamo giù dai monti a colpi di fucile;
evviva i partigiani! È festa d'Aprile.

Quando un repubblichino omaggia un germano
alza il braccio destro al saluto romano.
ma se per caso incontra partigiani
per salutare alza entrambe le mani.

In queste settimane, miei cari tedeschi,
maturano le nespole persino sui peschi;
l'amato Duce e il Führer ci davano per morti
ma noi partigiani siam sempre risorti.

Ma è già da qualche tempo che i nostri fascisti
si fan vedere spesso, e non certo tristi;
forse non han capito, e sono proprio tonti,
che sta per arrivare la resa dei conti.

Forza che è giunta l'ora, infuria la battaglia
per conquistare la pace, per liberare l'Italia;
scendiamo giù dai monti a colpi di fucile;
evviva i partigiani! È festa d'Aprile.
Track Name: Jocelyn Pulsar - Fiore di maggio
Fiore di maggio
(Fabio Concato/Fabio Concato)

Tu che sei nata dove c'e' sempre il sole
sopra uno scoglio che ci si puo' tuffare
e quel sole ce l'hai dentro il cuore
sole di primavera
su quello scoglio in maggio e' nato un fiore.

E ti ricordi c'era il paese in festa
tutti ubriachi di canzoni e di allegria
e pensavo che su quella sabbia
forse sei nata tu
o a acsa di mio fratello non ricordo piu'.

E ci hai visto su dal cielo
ci hai provato e piano sei venuta giu'
un passaggio da un gabbiano
ti ha posata su uno scoglio ed eri tu.

Ma che bel sogno era maggio e c'era caldo
noi sulla spiaggia vuota ad aspettare
e tu che mi dicevi guarda su quel gabbiano
stammi vicino e tienimi la mano.

E ci hai visto su dal cielo
ci hai provato e piano sei venuta giu'
un passaggio da un gabbiano
ti ha posata su uno scoglio ed eri tu.

Tu che sei nata dove c'e' sempre il sole
sopra uno scoglio che ci si puo' tuffare
e quel sole ce l'hai dentro il cuore
sole di primavera
su quello scoglio in maggio e' nato un fiore
Track Name: Chewingum - Giugno profondo come il mare
GIUGNO FINISCE SEMPRE CON IL MARE
(Giovanni Imparato/Giovanni Imparato)

Giugno arriva e non sei più sola
perché incontri me ed è primavera
e non sai come cambiano i tempi in pochi anni
non vedi che sono qui
per avere solo che te solo che te

penso a vecchie storie a cui non devo credere
sono come alghe nel profondo mare
e non c'è un martire se ti vedo ridere

credimi non so più come dirtelo ho provato in modi
che non avevo usato mai e se non mi vedrai stasera
perché il tempo è al limite dimmi come e dove andrai.


solo l'amore si accende come la luce
e lo sforzo per cui vale
è la tua diversità
ma non aspetterò che sia
profonda come il mare
Track Name: l'orso - Luglio
Luglio
(Giancarlo Bigazzi/Riccardo De Turco)
luglio col bene che ti voglio vedrai non finira'
luglio m'ha fatto una promessa l'amore portera'
anche tu in riva al mare
tempo fa amore amore
mi dicevi luglio
ci portera' fortuna
poi non ti ho vista piu'
vieni da me c'e' tanto sole
ma ho tanto freddo al cuore
se tu non sei con me

luglio si veste di novembre se non arrivi tu
luglio sarebbe un grosso sbaglio non rivedersi piu'
ma perche' in riva al mare
non ci sei amore amore
ma perche' non torni
e' luglio da tre giorni
e ancora non sei qui
vieni da me c'e' tanto sole
ma ho tanto freddo al cuore
se tu non sei con me

luglio stamane al mio risveglio non ci speravo piu'
luglio credevo in un abbaglio e invece ci sei tu
ci sei tu in riva al mare
solo tu amore amore
e mi corri incontro
ti scusi del ritardo
ma non m'importa piu'
luglio ha ritrovato il sole
non ho piu' freddo al cuore
perche' tu sei con me
Track Name: Enrico Farnedi - Agosto a Cerdanyola
AGOSTO A CERDANYOLA
(Enrico Farnedi/Enrico Farnedi)
edizioni musicali Brutture Moderne

Il ghiacciolo mi si squaglia
e mi cola sui calzoni
con il caldo mi si appiccica la maglia
ma sto bene dove sto

ma come son finito a guardare la partita
ragazzine e pensionati
la bandiera sulla faccia

con l'immagine che balla
e la Spagna rossa e gialla
e la Spagna rossa e gialla

il ghiaccio si è squagliato e quest'agosto è andato
ma la macchia sui calzoni
me la porto fino a casa

coi ricordi tutti in spalla
e la Spagna rossa e gialla
e la Spagna rossa e gialla
Track Name: Mr. Brace - Settembre
SETTEMBRE
(I Camillas)

A settembre tornerò
a coltivare i campi per te.
Nel granaio dormirò
con le mucche, i maiali
e le oche, le galline.
Tra gli ulivi ed i peschi,
poi nell'orzo, gli aranceti.
Track Name: 33 ore - La notte dell'undici ottobre
la notte dell'undici OTTOBRE
(Emidio Clementi/Massimo Volume)

Bologna
la notte dell'11 ottobre

Improvvisamente stanotte
la stanza s'è riempita dei miei amici d'infanzia
Ognuno di loro teneva con una mano
quello che restava dell'altro braccio
amputato fino al gomito

Immobili
tenevano lo sguardo rivolto verso il soffitto
la bocca spalancata
Qualcosa in quella scena sembrava accusarmi
Sono io la causa di tutto questo?

Ho avuto paura e ho cercato numeri di telefono
ma le cifre sbiadivano sotto i miei occhi
e ogni numero era occupato
e ogni numero era sbagliato

Nudo
ho premuto il mio corpo contro il vetro della finestra
affacciata su troppa notte
credendo che tutto questo non avrebbe mai avuto fine
Track Name: Babalot - A novembre
a NOVEMBRE
(Sebastiano Pupillo/Sebastiano Pupillo)

a novembre finalmente posso cominciare
ad abusare di miele, cioccolata e pane
a pensare alla mia tosse che sta per venire
alle scarpe che quest'anno sono da cambiare

a novembre... prendo il sole

a novembre finalmente si può andare a mare
e l'acquisto della bici si può rimandare
che tanto ormai piove e se non piove è uguale
c'è freddo e tu col freddo non ci puoi parlare

a novembre... prendo il sole

a novembre a volte vado al centro commerciale
se resto imbottigliato non mi fa incazzare
il gruppo non ne vuol sapere di provare
e a momenti ho quasi smesso di fumare

a novembre... prendo il sole

a novembre per i negozianti è già natale
non sarà un po' presto per festeggiare
le luci dei lampioni fanno quasi male
ti prego non restiamo qui a congelare
Track Name: I Camillas - Dicembre
DICEMBRE
(Davide Rastelli/Davide Rastelli)

Sgoccia l'acqua,
piove a catinelle
e noi siam solamente
corpi da proteggere.
Pizzica la lana
se non c'è sopra il cotone
dicembre
che freddo che fai.